Saliamo a bordo – II

Una vecchia conversazione anche questa….. Solo che non mi ricordavo quale fosse finché ieri, sull’autobus non ho rivisto il tizio in questione.

Un bel giorno un tizio (io preferisco chiamarlo Marito Padrone) al telefono con la voce arrogante:

M. P.: In questo esatto momento dove sei?

Dall’altra parte del telefono: “………”

M. P.: “Ti ho chiesto in questo esatto momento dove sei?

Dall’altra parte del telefono: “………”

M. P.: “A che ora torni?

Dall’altra parte del telefono: “………….”

M. P.: “Ah! Alle 8? Cosa si mangia?

Dall’altra parte del telefono: “……….”

M. P.: “Panna e funghi? Hmmmm la panna mi piace poco, però va bene. Va bene.

Dall’altra parte del telefono: “…………….”

M. P.: “Che siano le 8 eh? Capito? A dopo amore!

Ma non siamo nel 2012? :-O

Annunci

Saliamo a bordo – I

Vado all’università, lo sapete no? Studio a Firenze e abito a Carmignano. (E’ una piccola informazione per chi sta programmando di venire da queste parti per la prima volta e perché no, anche per la seconda, terza, quarta, millesima volta)

Impiego una quarantina di minuti per arrivare in centro (anche questa è una piccola informazione per chi pensa che impieghi 2 ore per  raggiungere Firenze).  Sempre che l’autobus arrivi in tempo perché Firenze è peggio di Roma, soprattutto quando piove.

Insomma, appena salgo sull’autobus mi metto a sedere in un angolino e tiro fuori un libro da leggere che mi porto sempre dietro.  Però a volte, credetemi gente, è davvero difficile far finta di niente quando due o più persone cominciano a parlare ad alta voce di tutto e di più.

E’ così quando sento dei discorsi assurdi, mi metto comoda e voilà!!!! Raddrizzo bene le antennine 😉 E alla fine della conversazione mi permetto anche di fare qualche commento tra me e me.

E’ una conversazione vecchia questa, nel senso che l’avevo già pubblicata su Facebook ma mi piacerebbe cominciare a pubblicare questi discorsi divertenti anche qui. Poi chi non ha avuto il modo di leggere di là, potrebbe sempre farsi due risate qui no? Sempre che facciano ridere 😉

Allora… Comincio???

 

Due signore. Una straniera e un’italiana. Parlavano tranquillamente di quello che fanno tutti i giorni, dei figli, della vita matrimoniale. Ad un certo punto la signora straniera:

S: “Io sono tosta, i piedi a me non me li mette nessuno in testa.”

I: ” Ma tuo marito sta sempre con quell’altra?”

S: ” Sì, sì, sta anche con quella.”

Alla faccia della signora tosta  e meno male che nessuno le mette i piedi in testa -_-

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: